4 sintomi e 5 test per l'intolleranza al lattosio: capire, identificare e gestire

 

Introduzione

Intolleranza al lattosio è un disturbo digestivo comune che interessa 75% della popolazione mondiale. I sintomi di questa condizione, che deriva da un deficit di lattasilattosio, l'enzima necessario per digerire il lattosio, comprendono gonfiore, diarrea, flatulenza e altri disagi digestivi. In questo articolo approfondiamo questo disturbo, spieghiamo come distinguerlo da altri problemi digestivi, discutiamo i metodi di diagnosi e spieghiamo come trattarlo. presentare soluzioni come l'assunzione di integratori alimentari.

I. Capire l'intolleranza al lattosio

1. Definizione

Intolleranza al lattosio è una condizione digestiva in cui l'organismo non produce cibo a sufficienza. d'enzima lattasi per scomporre correttamente lattosiozucchero di latte. La lattasi è prodotta naturalmente nell'intestino tenue ed è essenziale per digerire il lattosio. I bambini producono lattasi in abbondanza per digerire il latte materno, ma la produzione diminuisce gradualmente con l'età in molte persone. L'intolleranza al lattosio è quindi un fenomeno naturale.

2. Lattosio e lattasi

Il lattosio è un carboidrato complesso presente nel latte, composto da glucosio e galattosio. Per essere digerito correttamente, il lattosio deve essere scisso in questi due zuccheri semplici nel tratto digestivo. Questo è il ruolo di l'enzima lattasi

3. Storia e sviluppo

Intolleranza al lattosio era comune tra i nostri antenati preistorici. Dopo lo svezzamento, gli adulti non consumavano più latte, il che portava naturalmente all'intolleranza al lattosio. Tuttavia, non era questo il caso, circa 10.000 anni faL'addomesticamento dei bovini nel Caucaso ha portato a un aumento del consumo di latte tra gli adulti, che a sua volta ha favorito una mutazione genetica che ha permesso a una parte della popolazione di continuare a produrre lattasi. Oggi si stima che  40% il numero di intolleranti al lattosio in Europain Francia, vicino a 5 milioni di persone sono affette da questo disturbo.

 

Giovane uomo preistorico intollerante al lattosio davanti alla sua grotta

E sì, questo bel ragazzo dai capelli scuri digeriva i mammut meglio del latte 😅

II. Sintomi dell'intolleranza al lattosio

1. Sintomi comuni

I sintomi dell'intolleranza al lattosio derivano dalla fermentazione del lattosio non digerito da parte dei batteri intestinali. I sintomi principali includono :

a. Gonfiore

Il gonfiore è causato dall'accumulo di gas nell'intestino, dovuto alla fermentazione del lattosio non digerito. Questo può manifestarsi con gonfiore addominale, gorgoglii, crampi e flatulenza. 

b. Bruciore di stomaco🔥

Il bruciore di stomaco può essere dovuto all'accumulo di acido gastrico derivante dalla fermentazione del lattosio.

c. Diarrea 🚽

La diarrea acida è un sintomo comune e spesso pressante dell'intolleranza al lattosio. La fermentazione del lattosio disturba la digestione e può portare a una precipitosa evacuazione del bolo alimentare, con feci non digerite, nei 15 minuti e nelle 4 ore successive al consumo di un alimento a base di latte.

d. Stanchezza cronica💤

I sintomi dell'intolleranza al lattosio, soprattutto quando sono frequenti, possono portare alla stanchezza cronica. L'organismo è sovraccaricato dallo stress associato ai sintomi e all'incompleta assimilazione degli alimenti.

e. Più raramente

Nausea, vomito, costipazione ed emicrania.

 

Di fronte a questi sintomi, l'intolleranza al lattosio può rappresentare un vero e proprio handicap nella vita quotidiana. Un'intolleranza grave può portare chi ne soffre a isolarsi dalla vita sociale per controllare meglio la propria alimentazione. Al ristorante o tra amici, occorre pazienza ed educazione, perché l'intolleranza al lattosio è ancora poco conosciuta in Francia.

2. Conseguenze a lungo termine

I sintomi dell'intolleranza al lattosio non devono essere presi alla leggera. La loro ricorrenza può portare all'irritazione della mucosa intestinale, alla depressione e ad altri problemi di salute. Un'intolleranza grave può influire notevolmente sulla qualità della vita.

 

III. Distinguere l'intolleranza al lattosio da altri problemi digestivi

È essenziale distinguere l'intolleranza al lattosio da altri problemi digestivi, poiché ciò può avere un impatto sulla diagnosi e sul trattamento.

1. Allergia alle proteine del latte 🥛

Intolleranza al lattosio e allergia al latte vengono spesso confuse, anche se sono molto diverse. L'intolleranza al lattosio è dovuta a una carenza di lattasi e non coinvolge il sistema immunitario. Intolleranza al lattosio L'allergia al latte è una reazione immunitaria ad alcune proteine presenti nel latte, come la caseina. L'allergia alle proteine del latte colpisce generalmente i neonati e scompare naturalmente intorno ai 3 anni.

Le reazioni immunologiche dell'allergia al latte sono generalmente più violente di quelle dell'intolleranza al lattosio:

  • possono essere respiratori (difficoltà a respirare a causa del gonfiore delle mucose delle vie respiratorie: naso, gola), asma
  • pelle (orticaria, eczema)
  • possono causare diarrea sanguinolenta nelle feci
  • e, più raramente, shock anafilattico (reazione allergica estrema in persone ipersensibili a determinati allergeni)

Purtroppo, non esiste una soluzione all'allergia se non quella di evitare totalmente le proteine del latte in qualsiasi forma. Per quanto riguarda l'intolleranza al lattosio, esistono alternative come le diete a basso contenuto di grassi o prive di lattosio, o ancora meglio: l'integrazione di lattasi (per saperne di più 😉 ).

 

2. Malattia di Crohn

La malattia di Crohn è una malattia infiammatoria intestinale. che può causare una serie di sintomi, tra cui problemi digestivi. Tuttavia, i sintomi della malattia di Crohn, come diarrea sanguinolenta, dolore addominale e ulcerazioni intestinali, sono diversi da quelli dell'intolleranza al lattosio.

3. Celiachia

La celiachia è una reazione autoimmune al glutineuna proteina presente nel grano, nell'orzo e nella segale. I sintomi includono problemi digestivi, ma la celiachia è diversa dall'intolleranza al lattosio. Una prova di sfratto rivelerà il tipo di intolleranza.

4. Altre intolleranze alimentari

Esistono molte altre intolleranze alimentari, tra cui quella al fruttosio, all'istamina, ai FODMAP e al sorbitolo. Queste condizioni hanno sintomi specifici e richiedono diagnosi separate.

 

Giovane donna sul gabinetto con diarrea acida

L'intolleranza al lattosio non è inevitabile e ci sono soluzioni disponibili se l'intolleranza viene diagnosticata correttamente.

 

IV. 5 test diagnostici per l'intolleranza al lattosio

Se si sospetta un'intolleranza al lattosio, sono disponibili diversi test diagnostici. Tuttavia, è importante consultare un medico per una diagnosi precisa.

1. Prova di sfratto ❌

Il test di sfratto consiste nell'eliminare completamente il lattosio dalla dieta per un breve periodo di tempo.di solito 4 giorni. Se i sintomi scompaiono, probabilmente si tratta di intolleranza al lattosio. La reintroduzione del lattosio provoca la ricomparsa dei sintomi. È molto importante leggere le etichette e la composizione di tutto ciò che si assume. Attenzione al lattosio nascosto, in salumie negli alimenti trasformati in generale (patatine, piatti pronti, surimi, ecc.).

2. Test di integrazione dell'enzima lattasi ⭐

Questo test prevede l'assunzione di capsule di lattasi. (Lactolérance 9000) prima di consumare un prodotto lattiero-caseario (per esempio, 1 bicchiere da 10cl di latte o 30g di fromage frais). 

Se nelle ore successive non si avvertono disturbi digestivi, a differenza del solito, è perché la lattasi ha fatto il suo lavoro, è quindi probabile che siate intolleranti al lattosio.

Se, invece, le capsule di lattasi non hanno impedito la comparsa dei soliti sintomi intestinali, è necessario esplorare altre possibilità oltre all'intolleranza al lattosio.

3. Test del respiro all'idrogeno (BHT) 🫁

Il test del respiro all'idrogeno (Test dell'idrogeno nel respiro) è un test medico eseguito in ospedale o presso un centro di analisi mediche. Si esegue a digiuno e consiste nel misurare la quantità di idrogeno nell'aria espirata dopo aver bevuto una soluzione di lattosio. Un aumento della concentrazione di idrogeno espirato indica un'intolleranza al lattosio.

Il test richiede circa 2 ore per essere completato. e l'esperienza può essere spiacevole, a seconda di come il corpo reagisce dopo aver ingerito il lattosio. Tuttavia, il lattosior offre risultati altamente affidabili.

4. Test genetico 🧬

Un test genetico può rivelare se si è in presenza di un predisposizione ereditaria all'intolleranza al lattosio. Un esame del sangue o un campione di cellule prelevato dall'interno della guancia vi dirà se avete una predisposizione genetica a questa intolleranza. 

Tuttavia, le ragioni sono molteplici, questo test non è sempre risolutivoQuesto perché non rivela l'intolleranza al lattosio acquisita, ad esempio dopo un pesante trattamento medico.. Il costo relativamente elevato (circa 140 euro) non è coperto dalla previdenza sociale.

5. Test della glicemia 🩸

Il test della glicemia consiste nel misurare i livelli di glucosio nel sangue prima e dopo aver ingerito una certa quantità di lattosio. Un aumento significativo dei livelli di glucosio dopo l'ingestione di lattosio può indicare un'intolleranza. Questo test non è molto utilizzato.

 

Una giovane donna e una bambina eseguono un breath test per diagnosticare l'intolleranza al lattosio

Il breath test (BHT) è attualmente il test più affidabile per la diagnosi di intolleranza al lattosio.

V. Gestione quotidiana dell'intolleranza al lattosio

Fortunatamente, l'intolleranza al lattosio è gestibile. Ecco alcune strategie:

1. Dieta senza lattosio

Mangiare senza lattosio a casa è piuttosto facileGli alimenti privi di lattosio sono una buona idea, a patto di leggere le etichette e di diffidare degli alimenti trasformati (dove il lattosio è nascosto). Inoltre, esistono in commercio molti prodotti senza lattosio: latte, panna, formaggio, ecc. Questi prodotti contengono lattasi aggiunte, che ne facilitano la digestione per le persone con intolleranza al lattosio. Questi prodotti contengono lattasi aggiunta, che facilita la digestione per le persone con intolleranza al lattosio. 

La difficoltà deriva soprattutto dal consumo di cibo fuori casa e l'integrazione di lattasi è la soluzione ideale.

 

Scoprite le nostre ricette senza lattosio

 

2. Integrazione di lattasi

Integrazione di lattasi è una soluzione efficace per evitare i sintomi dell'intolleranza al lattosio. Gli integratori alimentari a base di lattasi, come Lactolérance, dimostrano il loro valore da oltre 30 anni

Sono disponibili due pacchetti distinti:

  • Pacchetto protezione 45 min/1h (da assumere al bisogno) : Da assumere poco prima di consumare prodotti lattiero-caseari (Lactolérance 4500 per intolleranza moderata e Lactolérance 9000 per intolleranze gravi).

 

  • Pacchetto di protezione 24 ore su 24 (una capsula al giorno) : Lactolérance 1Giorno offerta una soluzione permanente per tutti i livelli di intolleranza.

 

Scopri gli integratori alimentari per l'intolleranza alimentare

 

👇 Non siete sicuri di quale pacchetto scegliere? Il pacchetto Discovery è quello che fa per voi! 😉👇

 

Immagine che reindirizza alla scheda prodotto di lactorélance 1day pack e del dispensatore di pillole 9000

Conclusione

L'intolleranza al lattosio è un disturbo digestivo molto diffuso. che può avere un impatto significativo sulla qualità della vita. Tuttavia, il con una diagnosi precisa e strategie adeguate, è possibile vivere comodamente. Se si sospetta di essere intolleranti al lattosio, consultare un professionista sanitario per una diagnosi precisa e un supporto.

Lattoleranza - da ,
4.5/ 5

Il tuo carrello

Il carrello è vuoto.